Trenindiani.Notsobad

domenica, marzo 30, 2008

lamati puntata numero due. Di come la nostra avventuriera prosegue il viaggio nella lontana india, poco dopo il suo arrivo. Di come dedicare una mail a un argomento per parlare di tutt'altro. Di come parlare con grazia della cacca. Di come autorizzare viarigattieri sui diritti di ogni sua parola. Di come diverremo ricchi e famosi.
Stay tuned.


stazionedibombay.lamiamattinainiziataalleseimenounquartoe'gia'adulta
duemicrobananeeunchainellostomaco
miinoltroneibinari
enormebrulichiodivite
suibinariincostruzionepiccoliasinellischiacciatidaquintalidipietreeferrivecchi
nelbinariomillefamigliemendicantisemiricchi
tutticonillorotelopiu'omenograndelacerocoloratosedutiperterra
afareditutto
iol'unicanonindiana
unicaunicissima
mimettovicinoaunafamigliaconunpiccolobambinellosgambettanteurlacchiante
chemicoinvolgenelsuogioco
indicarevelocetuttiitopichebevonocoprronosquittisconotrabinari
milleemilletopienormi
luiindicaeride
miguardacomplice
allafineperingannareiltempomifacciotrascinaredallacontadeitopi
comunquesuibinariindianic'e'troppacacca
troppa
dituttiicolori
maNONSISENTELAPUZZA
sara'checen'e'gia'troppaingiro
mamisonoconvintachelecaccheumaneeanimaliindianenonpuzzano
tuttiqueimisericanirindagi
migliaiastravaccatiperterrainognimetro
nonfannolacaccachepuzza
enefannoanchepoca
forse,hopensato,selamangiano
oesisteunanimalemangiacacca
boh
comunquel'indiaahaglianimalipiu'buonidelmondo
ferminellaloroinattivita'marcianonsembranocurarsideldelirochelicirconda
nonreaghisconomai
anessunostimolo
dinessunsenso
forseperche'nonhannofame
quinessunohafame
c'e'troppociboovunquenellestradedituttiitipi.
comunquel'internetpointchiude
vivolevodirecheoggisonofelice
hovistoiltajmal
enonc'everboaggettivocongiunzioneimprecazione
salivomuta,ancheperche'nonc'e'conchiparlare,l'ultimascaladimarmobianco
e'strabiliante
eppoisoprattuttooggihovistouncammellochetrascinavauncarroelescimmie
migliaiadiscimmietteinquestacitta'
siarrampicanoovunque
anchesullemuccheimmobileebellissime
quicisonolemucchepiu'belle
bellissime.
oravadoamangiare
eppoisalgosullaterrazzadelmiosquanfidoalberghetto
chesara'anchemiserrimo
madaltettolavistaedilussoestremissimo
tajmallunascimmie
alberelli
.vibacioatuttifortefortissimo
nonsmettetedipensarmi
domaniviraccontodeitreniindianiacuiavevodedicatol'emailmanonc'e'piu'tempo.
m

p.s.
andreasceglitucosavuoimetteresulblog
haicartabianca
seiilmanagerdellemienotizie

Comments

5 Responses to “Trenindiani.Notsobad”
Post a Comment | Commenti sul post (Atom)

nw ha detto...

è bello leggere la mati...faticoso, ma bello
grazie mati!
per le mucche e per la cacca, per i colori e gli odori!!!
e anche per i topi!
ancorancorancora!!!

30/03/08, 20:02
Happy ha detto...

Lamati, possiamo dirlo, ha riportato a nuova vita il genere dei racconti di viaggi...
Lamati, sei mitica!

continueremo a leggerti e sostenerti appasionatamente..

un abbraccio

01/04/08, 12:31
Anonimo ha detto...

camin sun: lamati namber tri, direttamente da nappule. ma vi piaciono questi racconti di lamati? e allora commentate!

03/04/08, 00:00
Tex ha detto...

Attendo con grande impazienza il prossimo racconto. Su questo non c'é dubbio. Commento perché lo richiede l'autorità del blog, ma altrimenti lascerei tranquillamente il fascino del racconto parlare per se stesso e per il coraggio di Lamati!

03/04/08, 01:26
molly ha detto...

concordo con tex

03/04/08, 09:35