NRC XV - This must be the place

lunedì, ottobre 17, 2011


This must be the dubbing, continuavo a ripetermi mentre cercavo di capire dove andasse a parare questo Forrest Gump travestito da Emo. Ma non era solo quello, e al cinquecentesimo carrello devo ammettere che cominciavo a spazientirmi. Continuavo a distrarmi dal filo della storia, e non riuscivo a non pensare che se fossi stato presente sul set non avrei resistito alla tentazione di prendere – bonariamente, s’intende –  Sorrentino a bacchettate sul dorso delle mani, imprecandogli contro e dicendogli, per dio, di provare per un attimo a stare fermo con quella macchina da presa. Capisco l’estetica da presentazione da iPhoto, che anche a noi la prima volta che l’abbiamo scoperta anni fa ci sembrava fighissima, ma ora persino noi ci siamo anche un po’ rotti il cazzo. E poi pensavo anche che le musiche non andrebbero usate proprio a muzzo, e che per mettere oggi Iggy Pop in un film la cosa deve avere molto senso, e non essere usata in una scena dentro al cesso (sì, Trainspotting c’è già stato, quasi vent’anni fa). E poi mi interrogavo anche sul senso di alcune scene di passaggio, molto cool per carità, che però erano strane, tipo il pattinatore che cade, il bottiglione di birra, il caffè napoletano e anche i colori sparati, o quella scena della macchina che sembra presa da un film degli anni Settanta (una sola). E infine mi dicevo che tutto sommato meno male che ’sto film non l’ho proprio capito, perché se anche avessi intuito qualcosa a me ’sta storia del nazista che finisce nudo sulla neve mi sa che m’avrebbe proprio fatto incazzare.

Comments

28 Responses to “NRC XV - This must be the place”
Post a Comment | Commenti sul post (Atom)

Roberto Gradini ha detto...

Come dire: meglio nudo che male accompagnato. No?
E poi io non c'ero...

18/10/11, 00:06
Roberto Gradini ha detto...

Ho un amico che dice sempre: "Quello usa la telecamera come se si stesse a fa 'na sega" - "carrello, gru, dolly... piglia il bignamino del fare cinema, comincia dalla A e le prova tutte!"

18/10/11, 00:20
càni ha detto...

per non parlare della continua atmosfera sonora e visiva da rivelazioni sul senso della vita...un'ininterrotta epifania del nulla

18/10/11, 08:38
Ciccì ha detto...

Io, oltre a non capirlo, nemmeno lo vedrò, perché qui anche un Sorrentino holliwoodiano è troppo di nicchia. voglio un cinema, cazzo!

18/10/11, 10:08
Anonimo ha detto...

A me la musica è piaciuta, anche se gli Arcade Fire non meritavano proprio di essere così declassati.
pavi

18/10/11, 10:52
Il fu oca ha detto...

Adesso lo so che faccio la parte del pesante - e di solito non è neanche la mia battuta, questa, ma quella di altri - ma molta della tua insoddisfazione è dovuta al doppiaggio, credo. Quando ho visto il trailer in italiano mi è stato sul culo da morire, in originale invece Sean fa dimenticare pure le assurdità sparse qua e là.
Per me è stato tra i 2-3 film più belli dell'anno (e ieri ho pure visto i tre moschettieri, eh!). Ma è destino che io non sia mai d'accordo con le recensioni della NRC e per questo finisca poi per sentirmi 'gnorante con la GNU maiuscola, come diceva una siciliana del mio cuore.

18/10/11, 11:16
capo ha detto...

Per carita', qui mica c'e' chi ne capisce e chi no (e in caso io sarei tra i secondi), c'e' chi s'e' molto annoiato e spesso irritato e chi invece no... Siamo a un livello più primordiale, diciamo...

18/10/11, 11:46
capo ha detto...

Ma poi, ditemi una cosa. Noi che abbiamo letto anche il romanzo di Sorrentino, lo conosciamo anche per essere uno scrittore talentuoso, no? Ma chi l'ha scritta o che cosa s'era preso prima di scrivere questa sceneggiatura? E quei dialoghi?

18/10/11, 15:38
incostanza ha detto...

no dai, a me a distanza di tempo, quel romanzo non è piaciuto, tranne due capitoli centrali. nonostante tutti i movimenti di macchina e l'eccessiva celebrazione della canzone di david byrne in tutte le sue salse, meglio se fa le sceneggiature che i romanzi.

18/10/11, 16:15
robertogradini ha detto...

@capo

E non lo vogliamo ringraziare il cinema di turno che ci ha offerto uno dei peggiori mix audio/video d'Europa?

18/10/11, 18:18
charlie ha detto...

io non leggo, io non leggo, finché non vedo. poi leggo

18/10/11, 18:39
capo ha detto...

e ringraziamolo, dai. GRAZIE, CINEMA DI TURNO!

18/10/11, 18:40
zootropita ha detto...

anche io odio la camera tremula... abuso fino al vomito! Ma quindi è bella o no sta roba?

18/10/11, 21:01
sCrofe ha detto...

ecco, a me non è che m'abbia entusiasmato, ma certe cose mi son proprio piaciute, e quel che fa molto ridere (forse) è che son le cose che hanno fatto imbufalire gli altri. ammé sorrentino piace proprio per quelle cose da iPhoto (che non so cosa sia, e forse per quello mi incanta sempre), per i colori, per la colonna sonora, per i pattinatori che cascano, per le bottiglie di birra giganti, per Gabriel Byrne che canta una canzone intera con quella scenografia che - non saprei dire cosa fa esattamente, la scenografia, ma mi è piaciuto. Probabilmente mi piace pure per la telecamera nauseantemente mobile. E pure i dialoghi.

mi scoccia molto invece questa prepotenza della parola (sia in versione fuoricampo che in versione pistolotto del nazista alla fine), compiaciuta, declamatoria, posticcia. (almeno mi era garbato il fatto che il nazista arrivasse a citare la parte su dio dicendo: "E Dio... No, non me lo ricordo più" - e invece poi nulla, la voce fuori campo, molto compresa nel suo ruolo epifanizzatore, deve dirci anche che dio è come un paesaggio innevato ecc). Anche questa storia della punizione, della caccia al nazista centenne, mi è parsa un po' gratuita, buttata lì a caso (forse per compiacere la lobby ebraica che in america si dice vada fortissimo?). E poi non mi piace (e questo vale anche per il libro) la furia con cui sorrentino cerca di fare le strutture ad anello, e alla fine riprende duemila cose che aveva detto-fatto-mostrato all'inizio (le stesse frasi, i gesti, la storia della sigaretta, ecc).

ma, soprattutto, non mi è andato giù il finale, che sembra Pinocchio.

20/10/11, 11:24
Ciccì ha detto...

cioè alla fine il nazista diventa un bambino vero?

20/10/11, 17:01
Happy ha detto...

maledetti, mi avete bruciato il finale...
anche il Divo, comunque, era un continuo movimento di macchina. ma lì funzionava benissimo per il racconto vorticoso della Storia... incrocio le dita per quest'ultimo lavoro (già stroncato terribilmente dal Mereghetti, peraltro)

20/10/11, 17:57
capo ha detto...

sì, io e Paolo ci eravamo sentiti per decidere quale pezzo andasse sul corriere e quale su via rigattieri. Ho vinto io.

(e però secondo me nel Divo funzionava, qui mi dava un fastidio...)

20/10/11, 18:11
Happy ha detto...

Paolo è un amico. Sono sicuro che non se l'è presa. Diamogli però un po' di spazio, sennò si lamenta che lo censuriamo...

20/10/11, 18:14
scrofe ha detto...

io, se fossi in me, continuerei a censurarlo, quel paolo.

20/10/11, 18:18
Paolo Mereghetti ha detto...

"Scrofe", chiunque tu sia, evidentemente non sei in te.

Capo, la prossima volta vedrai che vinco io a testa o croce; certo bisogna superare quel problema che tu non scrivi se non dietro assenza di compenso. Ma se vuoi chiedo al Corriere di fare un'eccezione per te.

20/10/11, 18:46
Anonimo ha detto...

ma ha commentato paolo meneghini, quello vero? siamo famosi! comunque io oggi ho avuto esperienze di nuoto con auto. Sulla tiburtina, sotto il cavalcavia della tangenziale... frl2

20/10/11, 22:01
Ciccì ha detto...

frl2, ma la canna da pesca ce l'avevi?

21/10/11, 00:29
scrofe ha detto...

devo chiederti scusa, paolo. noi è da tutta la vita che ci battiamo perché la gente possa fare lavori per cui non è tagliata, e non voglio certo che tu sia il primo a cui non diamo questo diritto.

con immutata steema.

21/10/11, 11:17
Zazie ha detto...

Comunque io l'ho visto non doppiato, e vi assicuro che rimane comunque uno dei film più noiosi e inutili della storia!

23/10/11, 23:07
arco ha detto...

Zazie forse esagera, ma comunque tu m'hai tolto le parole di bocca.

24/10/11, 15:25
neomi ha detto...

Io e Sety Setaro andiamo a vederlo mercoldì.
Io non lo volevo vedere doppiato, massàddìo quando lo trovo non doppiato per cui m'adatto a vederlo doppiato e pace.

ps: ah, capo, poi alla fine l'ho visto, Gipi. Le Havre ancora no, ma Gipi sì. Massèisi'uro chettèggarbato?

24/10/11, 23:28
charlie ha detto...

E va bene le riprese compiaciute e le celebrazioni musicali. Potete dir quello che volete, ma "uno dei film più noiosi e inutili della storia" è proprio una cazzata.

27/10/11, 08:45
Ciccì ha detto...

devo dire che gli do proprio ragione, a charlie... anche se il finale sembra davvero pinocchio, di film ben più inutili ne abbiamo visti, su questo non ho dubbi.

28/10/11, 10:00