giovedì, febbraio 09, 2006


Ecco a voi una ricetta sana e gustosa, ispirata alla più genuina tradizione italiana, ma resa unica dall'esperienza olandese di Steve....E' facile da preparare, solo pochi secondi e il vostro palato vi dovrà ringraziare!E sopratutto è la ricetta più economica che ci sia nei Nederlands...

- Per prima cosa procuratevi degli spaghetti. State attenti, questo è sicuramente l'ingrediente più costoso, potreste spendere dagli 800 ai 1000 euro per mezzo chilo di spaghetti... Ma non temete, ecco in vostro aiuto un prezioso suggerimento. Recatevi presso uno dei numerosi negozietti cinesi che affollano la periferia di Amsterdam, sceglietene uno dei più squallidi, lì spenderete molto meno. Entrate con aria sicura e spavalda (quella classica dell'americano in vacanza) e chiedete degli ottimi Costa Soubry Spaghetti. Se lo schiavo di turno vi fa problemi ditegli che vi manda Steve, riceverete anche un ottimo sconto. Ma se il commesso persiste nella sua ottusaggine orientale, dategli uno o due cazzotti sul muso piatto, vedrete che vi darà retta...Uscirete vincenti da quel buco puzzolente, e con soli 15 euro avrete acquistato degli ottimi spaghetti, ma state attenti che siano quelli originali, non potete non riconoscerli per il caratteristico odorino di fieno marcio....

- Prendete una delle vostre pentole incrostate di calcare norvegese, mi raccomando una abbastanza grande...- Riempite la pentola con acqua già calda, ricordate il perfect self made man non aspetta mai un secondo di troppo...

- Quando l'acqua comincia a bollire potete immergere gli spaghetti. Vi starete chiedendo: "ma il sale?"... Beh quello se vi va, ce lo mettete voi.

- Mentre gli spaghetti sono in cottura, voi avrete bollito un uovo di oca o qualcosa del genre. Ricordate dai cinesi potete acquistarne di già bolliti.

- Dopo circa trenta minuti, i vostri spaghetti saranno quasi pronti, ma attenti, non un minuto di più, potreste mandare tutto all'aria. Del resto si sa, in cucina la minima disattenzione... (Vero Capo?).

- Scolate gli spaghetti, ma state attenti a conservare un minimo della deliziosa acqua di cottura. Una volta scolati, versateli nel piatto e mescolateli con l'uovo bollito.

- Aggiungete nell'ordine: salsa di soia e, a vostra scelta, sugo di vongole cinesi 0 ragù di gabbiano dell' HarlemmKanaal (procurarsi questo secondo ingrediente è un po' difficile, dovrete rivolgervi a uno dei numerosi tossici della zona a luci rosse. Vi consigliamo di procedere con le vongole, potrete seguire le stesse istruzioni riguardanti gli spaghetti).

Se vi sembra poco.... usate un po' di fantasia... Buon appetito!!!!


Comments

8 Responses to “ ”
Post a Comment | Commenti sul post (Atom)

jacques ha detto...

en fait on ne savait pas encore quoi manger ce soir...merci.

09/02/06, 17:29
Queen ha detto...

thank you, I'm looking forward to these spaghetti.
thank's Greg!

09/02/06, 17:31

Grazie mille...
veri spaghetti internazionali...ci CACCIANO nel piatto, ANCORA poi non ci CACCIANO!

visitate, visitate il mio sito....guardate che stile, che "internazionalità" sulle questioni d'orario!

09/02/06, 17:34
Koningin Beatrix ha detto...
nw ha detto...

oh, ma che è???
bisogna sempre risponde' in istragnero????
chepppppppppppppalllllllleeeeeeee!!!!
cmq, la ricettina e mi garba....la propongo allo schfitzero, poi vi fo sape'!
a plus (tanto pe' esse' in sintonia coll'andazzo poligrossante di 'sto blogghe!)

PS:...ma i cinesi dei numerosi negozietti che affollano la periferia di Amsterdam hanno il muso piatto di suo o per i cazzotti di Steve????

09/02/06, 18:12
copyman ha detto...

evviva gli spaghetti internazionali....provateli con il ragu+ di gabbiano squisitissimi.........mi chiedo se le pentole al nord le frabbricano gia'con il calcare

09/02/06, 19:59
Anonimo ha detto...

chi cazzo è copyman????

10/02/06, 13:56
poliglossa ha detto...

per un attimo avevo pensato all'altro ramo - quello romano- della dinastia Lanza...poi non so...


P.

10/02/06, 16:08