auguri maciste!

sabato, ottobre 18, 2008

caro maciste,

tanti auguri da parte di tutta viarigattieri! oggi è il tuo primo compleanno, forse vale la pena fare qualche bilancio (quanto ci piace fare i bilanci! un giorno conteremo quanti bilanci abbiamo fatto su questo blog, in tutto questo tempo, ma quanti!) perchè tu sicuramente già non hai memoria di quello che è stato questo primo anno della tua vita, figuriamoci tra qualche anno. ci pensiamo noi, stai tranquillo, sennò che ci stiamo a fare?

naturalmente la nostra memoria è del tutto personale, ci mancherebbe, mica guarda agli eventi storici tipo il terzo (quarto? quinto?) governo berlusconi, la fine della scuola e dell'università pubblica, la recessione internazionale, il fallimento di alitalia e delle banche di tutto il mondo, la fine della quarta serie di lost, la fuga dei cervelli e quant'altro. beh sì è successo tutto questo (anche il terzo scudetto consecutivo dell'inter, non succedeva forse dal quarantasssèi), ma nelle nostre vite sono successe tante altre cose, meno note e non meno importanti. e noi di quelle dobbiamo parlarti, sennò che ci stiamo a fare?

penso addirittura che questo post potrebbe sperimentarsi come post aperto, nel senso che i commenti allungheranno la lista degli eventi epocali che hanno contraddistinto il tuo primo anno di vita, caro maciste. eventi e-po-ca-li. te ne dico alcuni, i primi che mi vengono in mente:

- hai presente quello lungo lungo coi capelli corti che ti capita di vedere spesso durante il giorno, o la notte, o nel fine settimana con più frequenza? si, quello con la faccia non troppo sveglia. tuo padre, si. beh, intanto tuo padre quest'anno è diventato, da stagista che era, un lavoratore vero e proprio. lavoratore dei nostri tempi, ovvio, con contratti a orologeria e poche garanzie, ma di questi tempi è la moda, vedrai che ti ci abituerai. comunque le cose sembrano andare per il meglio, ci sta che a 14 anni ti compra il motorino.

- hai presente quello piccolo e tondo con la faccia simpatica? non ce l'hai presente? dai, quello che prima di viarigattieri stava dai preti, poi è venuto in viarigattieri, quello che ha vinto il dottorato a pisa e quindi si è trasferito a roma...dai! vabbè, se non l'hai conosciuto lo conoscerai, stai tranquillo. comunque tutto bene, forse diventa ricco per merito della sua molto più sveglia fidanzata, che ormai è sulle bocche di tutta Roma e presto troverà un posto di lavoro anche a noi.

- hai presente quei due che invece loro sì ti sono venuti a trovare, quello con la maglia a righe e il cappuccio con la barba, che giocava col tuo giocattolo, e quell'altro che voleva rubarti la pappa e battibeccava col primo cianciando di america? beh, alla fine ci sono andati, caro maciste. e ora girano per le strade di new york, e sicuramente tra i loro regali ce ne sarà uno anche per te, come quando i tuoi genitori andarono da quelle parti e ne portarono uno ad amicani. già, ti ricordi di amicani? dai, amicani! la piccola (...) fiammiferaia! lei si è appassionata a questa cosa dell'università, e non riesce a smettere di provare concorsi. li prova, poi li molla, poi li riprova, poi viene mollata, e poi tutto daccapo. in questi giorni si aspettano notizie dell'ultimo, ma stai tranquillo che presto ricomincia tutto, comunque vada.

- hai presente nw? quella che non ti ha fatto parlare un attimo perchè faceva i versi da bambino al posto tuo? onore al vero: quella che in fondo un po' ti ha fatto innamorare, dai lei te la ricordi. beh nw è molto cambiata in questo anno. adesso è molto più vecchia, pensavi fosse possibile?! eh già. ma continua a fare i versi da bambino, anche in tua assenza.

- hai presente quello con la barba, il più giovane dei rigattieri? quello siculo e nivuro? quello che sono anni che parla che se ne vuole andare e che questa città "è triste, è triste, (e 'sta sempre ccà)". no che non ce l'hai presente, non venne a trovarti. beh comunque sa di te e ti ha visto in foto e filmini. è partito. ci ha fottuto anche lui. ora è a parigi, nel quartiere latino, e ha cominciato una nuova vita, portandosi dietro un sacco di gente come francibush, lamati, e tanti altri. ci sentiamo ogni sera perchè in fondo anche lui è nostalgico, ma ancora non ha dato notizie pubbliche di questo esilio parigino.

- hai presente maurinho? brontolo? lui combatte contro le ingiustizie. è da almeno tre giorni che si ripromette di denunciare filomena, la fruttivendola del suo paese che gli dà i ceci sbucciati con tanto amore ma non gli fa lo scontrino. poi non lo fa perchè è buono, ma nell'animo farebbe piazza pulita di questo illegalismo terrone.


di quante altre persone dovrei parlarti, ma ti renderai conto che non è possibile, nel 2008, scrivere un romanzo d'appendice. già è un post troppo lungo, ma chi vorrà raccontarti qualcosa di sé sarà il benvenuto e verrà incluso in questo post via via.
d'altronde avrai arguito da solo la cosa più importante: viarigattieri, fisicamente, non esiste più, e dunque non potremo rispettare la promessa di portarti a giocherellare in mezzo alla spazzatura. è un grosso dispiacere, ma in fondo non è detto che non possano esistere in futuro situazioni analoghe, in cui tu possa razzolare un po' come ti pare, in un luogo analogo. che dirti, invece, da questa nuova sistemazione pisana in cui mi trovo io, lontana da quella parte dell'arno, lontana da quell'atmosfera, in un momento di riscoperta di passioni politiche e movimenti che rendono la città più viva, in assenza di tutta questa gente?
due cose positive, che riscopro dopo anni di vita pisana. che la mattina, quando apri la finestra, puoi vedere il sole e non solamente un palazzo; e che stendere i panni al vento, e non nel corridoio, è veramente encre.

tanti auguri maciste!

Comments

9 Responses to “auguri maciste!”
Post a Comment | Commenti sul post (Atom)

nw ha detto...

tanti auguri piccolino!!
il capo ha ragione...in un anno quante cose...tante da far sembrare questo anno lungo e intenso come 10.
Naturale invecchiare, caro capo. I Rigattieri lo sono un po' tutti. E c'è chi invecchia bene, c'è chi invecchia male, ma questa è un'altra storia!
intanto, caro macistino, è il tuo compleanno e (si sa, la tradizione..) spengerai la tua prima candela.
Sei fortunato: hai soltanto un anno e non sai di tante cose che ti accadono intorno...e forse sarai tanto fortunato da giungere all'età del ragionamento in proprio quando tante cose saranno state sistemate (da chi, proprio non si sa, e c'è chi dice che nemmeno un miracolo ci potrà salvare...ma anche questa è un'altra storia), in ogni caso, la nonnina ti dà un consiglio: vai in bicicletta, ché almeno non ti si fredderà una gamba!

baci teneri all'odor di carbolina

18/10/08, 11:19
Happy, Donna M. ha detto...

Carissimi Rigattieri,

abbiamo letto questo post con le lacrimucce che c'imperlavano le ciglia..
è vero, Maciste ha compiuto il suo primo anno d'età e ha iniziato la sua difficile strada iniziatica per diventare uno dei Rigattieri (cioè giovane, carino e disokkupato/sottokkupato).
Sentiamo il vostro affetto che ci circonda e ci accompagna da sempre, fin dai primi momenti di questa nostra avventura..
Maciste non sa, e non può ricordarsi, di tutti voi. Almeno, non ancora. Ma state sicuri: le vostre imprese, che vi hanno reso grandi e celebri agli occhi della blogosfera, fanno già parte delle favole che popolano i sogni del piccolo Maciste e forgeranno l'ingegno e la fantasia di questo piccolo rigattieri nato in terra lombarda..

un abbraccio a todos
Happy e Donna M.

20/10/08, 16:17
lo zio con la barba rossa e la maglia e righe ha detto...

buon compleanno maciste!!!
se mai dovessi venire in America a seguire le gesta degli zii, ricordati di non fare quello che ha fatto lo ziolfe, che si è ingovonato per dieci giorni di ogni mal di dio che gli oltreoceanici gli propinavano, e ha passato la notte del tuo compleanno abbracciato alla tazza del cesso (ai piani, obviously).
C'è da dire comunque che prometti di essere molto più intelligente dei rigattieri di prima generazione, e che quindi questa raccomandazione ti potrebbe suonare superflua...

(nota di colore: sono ormai 48 ore che non tocco cibo solido, il che ha oggettivamente del miracoloso, visto il soggetto, ma anche del sinistro)

21/10/08, 05:01
nw ha detto...

...ci chiedevamo che fine avessi fatto, in effetti...

21/10/08, 09:09
Anonimo ha detto...

...poi dopo aver letto il tuo commento, ci siam detti che...massì....si stava bene anche senza....

21/10/08, 09:10
Anonimo ha detto...

...si fa per scherzare, eh...

21/10/08, 09:10
amicàni ha detto...

della serie c'è un limite a tutto, anche alle capacità digestivo-intestinali d'ilfe! torna tra noi uomini comuni ilfe...
ma non parliamo di noi, piuttosto: auguri maci!

21/10/08, 12:18
Zio Sisì ha detto...

Caro Maciste,
è l'altro zio americano che parla e, facendoti gli auguri più sinceri che possa farti, ti da anche lui un consiglio: se avrai la fortuna di fare un viaggio in america e deciderai di farlo in compagnia, ricordati di scegliere bene i tuoi compagni di viaggio, o potresti ritrovarti a fare da infermiere/portavaligie/ragazzino-delle-commissioni-in-genere di quello (consideratela un'entità astratta, se volete... ma sappiamo bene di chi parlo!) che ha passato 10 giorni a mangiare mezza new york... E non è una battuta: ora, se la guardate dall'alto, la grande mela ha il chiaro segno di un morso...

21/10/08, 20:07
Françoie ha detto...

Caro Maciste,
auguri cari. Io più che zio magari per te sarò un buon amico di famiglia; diciamo l'amicofranco (da non confondere con l'amicofranci), che per ora sta a Parigi insieme a LaMati e all'amicobarbuto che sta nel quartiere latino. In effetti sono barbuto, siculo e ggiovane pure io e infatti qua ci scambiano tutti per fratelli.
E' meglio che mi ricorderai come amicofranco tra qualche anno, se lo vorrai, e non francibush, perché "bush" sarà riconosciuta come parolaccia nel duemila&ventissèi.
Però come dice il primo autore a noi non ce interessano di queste cose internazionali. E allora ti dico che se mai dovessi venire a Roma a ottobre cerca di imbucarti al congresso di chirurghi che ci sta un anno sì e un anno no. Avrai un sacco di aneddoti per gli amici, e non devi avere mai paura di sentirti male (ma tu non sarai ipocondriaco come me).

Buon compleanno Maciste,
don frengo.

21/10/08, 23:54