simo un pò diversi...

venerdì, gennaio 27, 2006


Basta, diamo un pò di spazio all'interiorità. Ogni tanto questo blog ha bisogno di visioni apocalittiche e reali, è necessario spezzare con frammenti di attualità le narrazioni rococò che siamo soliti offrirvi. Luoghi di personalità, ogni tanto. Ad esempio, quanto tempo è che non diciamo che il blog è morto? Questa, oggi, sarebbe veramente e radicalmente una considerazione inattuale (quanto mai falso, adesso). E allora diciamolo. IL BLOG E' MORTO.
E' inutile, ad esempio, chiedere al poliglossa un sito da visitare, lui che è tanto esperto. Quello parla con capitan ferrarotto su messenger! A sproposito (così direbbe il capitano), ieri abbiamo vinto 9a4. Vita reale, vita reale. ooohhhh.
Ah, ora respiro. Il poliglossa guarda stupito! Mi accusa di ....aggine. Ma insomma! Mica ci possiamo sempre e comunque conformare a un modello che è diventato standard, bisogna uscire ogni tanto!!! personalità, realtà, verità: ecco cosa ci vuole. IL BLOG E' MORTO.
Quell'altro invece guarda ostelli su internet, per vedere cosa gli offrono di meglio (come se ci fosse qualcosa di meglio...), e quello che verrà pensa a organizzare feste. Ma non sa, non sa...il poliglossa è, direi quasi, schifiato. Ma va bene, va bene, pedagogia nuova, verità, verità...
Il nostro inviato, che proprio adesso dovrebbe scrivere, ha smesso. L'avremo impaurito? Ritorna stagista, abbiamo bisogno di un pò di finzione, troppa verità fa male!!
Bisogna lavorare. Perchè mai, poi? Questo mito operaio della sinistra è veramente tragico (ferrarotto lo sa).
Adesso sarà dura trovare un'immagine.

Comments

7 Responses to “simo un pò diversi...”
Post a Comment | Commenti sul post (Atom)

Anonimo ha detto...

ora il blog è morto!

27/01/06, 15:30
Via Rigattieri ha detto...

GRAZIE A mR. kAFKA DEI POVERI!

27/01/06, 15:30
nw ha detto...

ma che morto e morto, suvvia, non diciamo minchiate!!!!
ecchediamine!
(a dir il vero, mi piace di + "ecchecazzo", ma ormai è espressione così tipica dello stagista che non vorrei privarlo di tale prerogativa d'uso...)
COMUNQUE!
il blog, s'intende, morto non è...a volte boccheggia, altre si affanna, altre ancora stagna putridamente come l'acqua di un barrage africano...ma risorge sempre, novella fenice, dalle sudice ceneri di se stesso...un po' come il pavimento della cucina dei Maledetti...
dunque, avanti, orribili dannati!!
un nutrito gruppo di vostri perversi adoratori attende sempre con bramosia le perle di depravata saggezza che calano dai vostri post!!!

27/01/06, 16:14
Margie ha detto...

ma va a laürà, terùn...

28/01/06, 01:16
Via Rigattieri ha detto...

Lavorà...Laurà...Lauro...non riesco a trovare forti nessi tra il primo e il terzo di questi termini...si chiamavano entimemi?

28/01/06, 09:34
Anonimo ha detto...

entimemi?!gnurà....ma come si gnurnande tu, ungen'é tandi altri, sai?

28/01/06, 11:55
nw ha detto...

....
entimèma....
sm. (pl. -i) [sec. XVI; dal greco enthýmēma, tramite il latino enthymēma]. Sillogismo imperfetto, che, secondo Aristotele, muove da premesse apparenti, o da segni; per la logica antica posteriore, entimema è piuttosto il sillogismo le cui premesse non sono completamente esplicitate, o perché sono date per note, o comunque per brevità. Per esempio, il sillogismo “Il sommo bene deve essere amato. Quindi Dio deve essere amato” è un entimema o sillogismo imperfetto, perché sottintende: “Ma Dio è sommo bene”.

30/01/06, 09:42