NRC X - Vallanzasca. Gli angeli del male

mercoledì, gennaio 19, 2011

 
Sembra che la preoccupazione principale legata all'uscita del film su Vallanzasca sia il pericolo della mitizzazione di un criminale. Ma Vallanzasca è un mito. I miti non sono necessariamente positivi, e in ogni caso nel mito di Vallanzasca c'è più di un aspetto positivo. E il fascino deriva da questo: dall'ambiguità e dall'ambivalenza del personaggio, dal suo coraggio ma anche da una certa fragilità. Dalla capacità di assumersi le responsabilità e di sfidare le convenzioni – basta guardare i filmati d’archivio dei processi. E Kim Rossi Stuart è bravo a interpretarlo, rende l'idea per chi ne ha solo sentito parlare. La simpatia di Vallanzasca è simile a quella di Mourinho: una simpatia da schiaffi, o peggio. Ma è già molto. Ora: riesce Placido a rendere questa simpatia? Solo in parte: perché se da un lato il film segue troppo pedissequamente la scheda di wikipedia, non lasciando grossi margini all'invenzione, dall’altro quando lo fa (in occasione di una sparatoria di Filippo Timi, ad esempio) le scelte registiche fanno rimpiangere un tipico, classico Placido. È un po' pasticcione, diciamola così; e un po' superficiale. La funzione del sangue, ad esempio, è quella cerchiobottista di attutire l’inevitabile fascino del personaggio, come a dire: era un mito, ma era anche cattivello, non dimentichiamocelo, non stiamo mica qui a farne l'apologia. Ma mica c'è bisogno di sottolinearlo in continuazione. La cattiva coscienza cattolica non ti fa rischiare fino in fondo, insomma. Come ha detto Vallanzasca a Radio 24: peccato, "il film poteva essere un capolavoro". E siamo ben lontani.

Comments

8 Responses to “NRC X - Vallanzasca. Gli angeli del male”
Post a Comment | Commenti sul post (Atom)

neomi ha detto...

Capo...io mi trattengo....m a qua nessuno dice niente...ed è uno spreco....uno spreco uno spreco uno spreco!!!!!

19/01/11, 22:47
Anonimo ha detto...

vero...con tutti quei soldi potevamo approfondire le ricerche della povera Yara...

20/01/11, 12:26
capo ha detto...
Anonimo ha detto...

@ anonimo: che vuol dire con tutti quei soldi potevano approfondire le ricerche della povera Yara? nel senso la parte sulla povera Yara la capisco, ma di che soldi si parla?
frlz

21/01/11, 10:19
Anonimo ha detto...

Però, Capo, quando vai al cinema, alle anteprime poi, invece di preoccuparti di chi intorno a te ha la faccia del chiacchierone, cerca di tenere la testa ferma. Non è che puoi tutto il tempo spostarla a seconda dell'inquadratura o di chi ti sta davanti.
Te lo dico in tutta franchezza.

Però, io aggiungerei alle critiche, che dobbiamo smetterla di far recitare Francesco Scianna, che non è lavoro per lui, che sembra sempre etero/autodoppiato; che la colonna sonora dei Negramaro è stata un azzardo di fiducia ad un gruppo che non se lo può permettere forse, ma che forse rientra perfettamente nella somma totale dei ribassi del film.
Esageratamente bello [leggi bono] e bravo Kim il quale non se ha sbagliata una, almeno nella sceneggiatura misurata su Renatino.

Gggiao

21/01/11, 11:50
neomi ha detto...

ma davvero KRS ha raggiunto un livello di decenza attoriale?
beh...allora c'è davvero speranza per tutti....

22/01/11, 08:22
abcdeeffe ha detto...

Scusate l'OT ma non sapevo come contattarvi. Solo per segnalarvi questo:

http://www.film-philosophy.com/conference/index.php/conf/2011

23/01/11, 20:38
capo ha detto...

grazie mille EFFE!

25/01/11, 19:22